Home

 

Centro di Psicoanalisi di Palermo Francesco Corrao

Il Centro di Psicoanalisi di Palermo è la sezione regionale della Società Psiconalitica Italiana, componente dell’International Psychoanalytic Association. Fondato nel 1978 da Francesco Corrao, vi afferiscono soci provenienti da diverse città della Sicilia.

Il Centro promuove la diffusione della psicoanalisi, svolge attività scientifica di ricerca sulla teoria e la clinica psicoanalitica, provvede all’aggiornamento dei soci e partecipa alla formazione dei futuri analisti.

Calendario Scientifico

Set
28
Sab
Cristiana Balzano @ Centro di Psicoanalisi di Palermo
Set 28@10:30–13:30

Cristiana Balzano presenta:
The Psyche In-Dwelling in the body: sull’uso del concetto
winnicottiano “psiche-soma” nella clinica psicoanalitica

Ott
26
Sab
Riccardo Romano @ Centro di Psicoanalisi di Palermo
Ott 26@10:30–13:30

Riccardo Romano presenta “L’impensabilità del corpo”.

Nov
9
Sab
Amedeo Falci @ Centro di Psicoanalisi di Palermo
Nov 9@10:30–13:30

Amedeo Falci

Ma come funziona l’identificazione proiettiva? Comunicazione emozionale inconscia, enactment e neuroscienze affettive

Dic
14
Sab
Rosaria Capillo @ Centro di Psicoanalisi di Palermo
Dic 14@10:30–13:30

Rosaria Capillo presenta:

Considerazioni sullo statuto del corpo nella teoria e nella
clinica psicoanalitica

Feb
15
Sab
Antonio Alberto Semi
Feb 15@10:30–13:30

 

Seminario dal titolo : Il corpo estraneo

Feb
29
Sab
Diego Bongiorno @ Centro di Psicoanalisi di Palermo
Feb 29@10:30–13:30

Seminario dal titolo “Il corpo come limite“.

Gen
30
Sab
Prof.ssa Diletta La Torre: La sofferenza (psico)somatica nella stanza d’analisi. Cosa si sente essendo umani? @ Centro di Psicoanalisi di Palermo
Gen 30@10:30–13:30

Sabato 30 gennaio 2021 alle ore 10,30 la Prof.ssa Diletta La Torre presenterà, al Centro di Psicoanalisi di Palermo Francesco Corrao, la relazione dal titolo:

 

La sofferenza (psico)somatica nella stanza d’analisi. Cosa si sente essendo umani?

 

Feb
27
Sab
Prof.ssa Matilde Vigneri: I viali di Leida @ Centro di Psicoanalisi di Palermo
Feb 27@10:30–13:30

Sabato 27 febbraio la Prof.ssa Matilde Vigneri presenterà al Centro di Psicoanalisi di Palermo Francesco Corrao, la relazione dal titolo:

I viali di Leida

Mar
13
Sab
Prof. Luciano Sesta: L’uomo a due dimensioni. Mente e corpo tra neuroscienze e filosofia.
Mar 13@10:30–13:30
Prof. Luciano Sesta: L'uomo a due dimensioni. Mente e corpo tra neuroscienze e filosofia.

Sabato 13 marzo 2021 alle ore 10,30 il Prof. Luciano Sesta presenterà, al Centro di Psicoanalisi di Palermo Francesco Corrao, la relazione dal titolo: 

 

 

L’uomo a due dimensioni. Mente e corpo tra neuroscienze e filosofia.

 

 

Tutte le riunioni del Centro saranno tenute in remoto, fornendo preventivamente ai soci e ad ospiti che faranno richiesta i link di accesso, fino a quando non saranno nuovamente autorizzate le riunioni in presenza.

 

 

 

Scarica l’abstract

Locandina 13 marzo 2021 CPP

Mar
27
Sab
Prof.ssa Francesca Piazza: Parola, corpo, emozione @ Centro di Psicoanalisi di Palermo
Mar 27@10:30–13:30

 

 

 

Sabato 27 marzo 2021 alle ore 10,30 la Prof.ssa Francesca Piazza presenterà, al Centro di Psicoanalisi di Palermo Francesco Corrao, la relazione dal titolo:

Parola, corpo, emozione

Francesca Piazza è docente di Filosofia e Teoria dei linguaggi presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Palermo (di cui, al momento, è anche Direttrice). Dal 2016 è Presidente della Società di Filosofia del Linguaggio. La sua ricerca riguarda principalmente la retorica e la pragmatica linguistica, con particolare attenzione per la cultura greca antica e per la filosofia aristotelica. Al momento il suo interesse è focalizzato soprattutto sul rapporto tra linguaggio e violenza, tema su cui ha da poco pubblicato un volume dal titolo La parola e la Spada. Linguaggio e violenza attraverso l’Iliade (Il Mulino, 2019). Tra i suoi libri: Linguaggio, persuasione e Verità. La retorica nel Novecento, Roma, Carocci, 2004; La Retorica di Aristotele. Introduzione alla lettura, Roma, Carocci, 2008.

 

Parola, corpo, emozioni

Il seminario si articolerà nei seguenti passaggi:

1. Critica dell’idea che il linguaggio sia:
a) un sistema formale autonomo;
b) un codice per la “trasmissione” di contenuti (cognitivi e/o affettivi);
c) una facoltà puramente intellettuale.

2. Esposizione di una idea di linguaggio (o meglio del parlare) come una modalità dell’azione umana radicata nel corpo e in continua interazione con l’ambiente esterno (sia naturale sia sociale). In estrema sintesi, è questa l’idea di linguaggio che emerge dall’enattivismo contemporaneo ma ha radici in (o almeno converge con) una certa tradizione filosofica di tipo “anti-cartesiano” (Aristotele, almeno in una certa lettura, Spinoza e la fenomenologia del XX sec, per citare solo gli esempi più significativi).

3. Con questa diversa idea di linguaggio, diventa possibile guardare in modo nuovo (e più proficuo) alla questione del rapporto tra linguaggio ed emozione, superando una concezione meramente “espressivista”, secondo cui l’emozione sarebbe un “contenuto interno” che la parola può solo “esprimere” nel senso di “mettere fuori” e approdando invece ad una concezione “enattiva” che vede parola ed emozione in una relazione di reciproca interazione (e non piuttosto come contenitore/contenuto). Quanto affermato significa sia che la parola non si limita ad esprimere/comunicare le emozioni ma contribuisce a formarle, sia che le emozioni contribuiscono a formare (meglio: a dare vita) alle nostre parole.

4. Su questo sfondo, diventa meno misterioso il potere delle parole, tanto quello di curare, quanto quello di ferire. È solo perché si radica nella nostra corporeità e affettività (ed è pertanto anche in grado di modificarle) che la parola ha questo straordinario potere

Scarica la locandina